Ultima modifica: 16 maggio 2017

Homo migrans e il viaggio

homo_migras2017

In questo terzo millennio il viaggiatore non è più solo colui che attravesa oceani e continenti, colui che attraversa spazi, oltrepassa frontiere ma è anche colui che sa muoversi e navigare negli infiniti spazi di un libro, di uno schermo, di un quadro, di una fotografia senza attraversare concretamente dei luoghi, ma vivendo comunque affetti, emozioni e sviluppando conoscenze, visioni e rappresentazioni del mondo.

I viaggi reali invece sono storie di obbligo, costrizione, necessità: storie di migrazione, sofferenza, speranza, adattamento, successi e delusioni. Ma si parte anche per svago, voglia di conoscere luoghi e culture differenti, per turismo insomma. Cosa succede quando ci mettiamo in cammino? Come viviamo l’esperienza del viaggio? Cosa accade quando l’altro arriva a “casa nostra”? E quando noi dobbiamo andare altrove? Cosa produce l’ incontro/ scontro fra persone di diverse culture? Fra migranti e residenti ? Come ci vede chi arriva nel nostro Paese? 

Con questo lavoro cercheremo di dare una risposta ad alcuni dei quesiti che il fenomeno migratorio pone e di come ogni popolo e ogni essere umano è stato o in un certo senso  è migrante. 




Link vai su